“Retelit Spa” è stata fondata nell’agosto 1999 a Milano con un capitale azionario di 144.208.618,73 EUR. La società è uno dei principali operatori nel mercato italiano delle telecomunicazioni e possiede oltre 320.000 chilometri di cavi in ​​fibra ottica utilizzati per gestire 10 reti in 15 città italiane in 15 data center. Nel 2018 il gruppo ha registrato un fatturato di 73 milioni di euro e un utile di 10,1 milioni di euro. Retelit si è quotata in Borsa nel 2000: l’azione Retelit, inizialmente a 0,87 EUR vale oggi 1,65 EUR.

“Retelit Digital Services”, società del gruppo Retelit, ha acquistato il 20 gennaio scorso il 100% di Brennercom. Dopo mesi di trattative e due diverse due diligence, è stato raggiunto un accordo. Le parti prevedono di pervenire alla sottoscrizione dello SPA entro il 17 febbraio 2020, nonché al closing dell’operazione – compatibilmente con l’avveramento delle eventuali condizioni previste dal contratto di acquisizione -, non prima del 30 giugno 2020 ed entro il 31 luglio 2020. Dato che le società quotate devono fornire tutti i dettagli di tali operazioni, è noto anche il prezzo di acquisto: 65 milioni di euro. Retelit pagherà una parte (15 milioni) con quote proprie per cui Athesia AG deterrà circa il 6 percento della società di telecomunicazioni di Milano.
L’intero gruppo Brennercom sarà ceduto ad eccezione di “MET Srl”: l’impresa di installazione, acquistata al 60% circa non più tardi di due anni fa, sarà scorporata e ceduta  al fondatore di e CEO Luigi Mazzotta.

Il Presidente di Retelit Dario Pardi ha commentato: “L’offerta per la possibile acquisizione di Brennercom rappresenta un ulteriore passo nella strategia di espansione di Retelit. Brennercom è una realtà importante che presidia un’area da sempre oggetto dell’interesse di Retelit, e riflette i requisiti da noi ricercati nelle aziende target: realtà di medie dimensioni, con asset complementari a quelli di Retelit e servizi di qualità. La possibile acquisizione di Brennercom rappresenta un ulteriore valore aggiunto nella strategia di crescita, recentemente arricchita dall’acquisizione di Gruppo PA. In particolare, con Brennercom riteniamo di poter dare una forte accelerazione all’incremento di volumi e marginalità, grazie alla creazione di forti sinergie in termini di offering, principalmente per il mercato corporate e un’intensificazione dell’attività sull’asse Monaco-Tirolo-Milano dove Brennercom è leader di mercato”.

Poco prima che la vendita diventasse pubblica ieri, i dipendenti di Brennercom AG sono stati informati delle imminenti modifiche in una riunione. È stato inoltre garantito che i posti di lavoro a Bolzano e nella regione sono sicuri.